Libro
Ven, 24 Maggio Mag 2024 1830

'Ad alta voce' - Matteo Righetto presenta il libro: "Il sentiero selvatico" - Feltrinelli

Matteo Righetto

Centro Culturale Candiani, Mestre (VE)

Il Sentiero Selvatico

Il romanzo dell’autore padovano parte dal 2 novembre 1913 in un paesino ai piedi delle Dolomiti per raccontare la genesi del personaggio di Tina Thaler, che le lettrici e i lettori hanno già incontrato nel precedente La stanza delle mele (Feltrinelli, 2022). La piccola Tina sparisce e riappare da sola il giorno dopo. Sta bene, ma non ricorda nulla di quel che le è accaduto, e tra i paesani cominciano a correre strane e malevole voci. Presto per tutti Tina diventa la strìa, la strega che è stata rapita dai morti, che ha conosciuto il diavolo. Per lei l'unico rifugio, il luogo dove trova pace e sicurezza, è il monte Pore con i suoi boschi, i torrenti e gli animali selvatici. La sua è una vita di misteri e scelte coraggiose, che la porteranno – da adulta – a diventare una leggenda, la guardiana della natura dolomitica, uno spirito antico che, proprio come gli animali selvatici, si lascia vedere solo se è lei a deciderlo. Matteo Righetto, con il suo stile poetico, ci porta a Larcionèi, in quel drammatico momento in cui le foreste venivano drasticamente abbattute, la Grande guerra falcidiava i soldati e l'identità ladina veniva lacerata. In un intreccio di magia e arcaiche tradizioni locali, Il sentiero selvatico celebra la potente connessione tra piante, animali, donne e uomini.