Altri Eventi
Lun, 29 Gennaio Gen 2024 2000

Reading dal libro di Michela Murgia: "Dare la vita" - Rizzoli

Teresa Ciabatti, Serena Dandini, Mario Desiati, Loredana Lipperini, Cathy la Torre, Valentina Melis, Marco Missiroli, Roberto Saviano, Chiara Tagliaferri, Lorenzo Terenzi, Sandro Veronesi

Teatro Quirino - Vittorio Gasman in Via delle Vergini 7 - Roma

Dare La Vita

In occasione dell’uscita del libro postumo di Michela Murgia, curato da Alessandro Giammei, “Dare la vita” (Rizzoli) il 29 gennaio si terrà un reading di brani dal libro per ricordare le parole dell’autrice per voce dei suoi amici.

In collegamento dagli USA Alessandro Giammei

Sarà possibile acquistare il libro la sera dell’evento direttamente in teatro.

Per informazioni:
06-76960869 / eventi@mondadorituscolanaroma.it

Trama:

Pagine straordinarie che ci permettono di entrare nelle infinite sfaccettature degli affetti e di comprendere come aprire all’altrə non riduce ma amplifica l’amore.

«Quello che Murgia mette in atto in queste centoventotto pagine è un magistrale esercizio di ars maieutica, con il quale si propone e ci propone di “interrogare fecondamente” le cose, al fine di generare, o meglio dare vita, a coscienze libere in grado di spaziare oltre i confini imposti dall’alto e che trovino nell’Altro la possibilità di un dialogo aperto e sempre inclusivo.» - Elsa Manes per Maremosso


Si può essere madri di figlie e figli che si scelgono, e che a loro volta ci hanno scelte? Si può costruire una famiglia senza vincoli di sangue? La risposta è sì. La queerness familiare è ormai una realtà, e affrontarla una necessità politica, come lo è quella di un dialogo lucido e aperto sulla gestazione per altrə, un tema che mette in crisi la presunta radice dell’essere donne. Interrogarci, discutere intorno a questa radice significa sfidare il concetto di normalità e naturalità a cui siamo abituati. Michela Murgia lo ha fatto per anni, nei suoi libri e sui social, e nelle ultime settimane di vita ha raccolto i suoi pensieri per donarci questo pamphlet densissimo e prezioso, in cui ci racconta – partendo dall’esperienza personale – un altro modello di maternità, come si possa dare la vita senza generare biologicamente, come i legami d’anima possano sommarsi ai legami di sangue.