Libro
Dom, 10 Dicembre Dic 2023 1600

Erica Bonansea firma le copie dei libri: "La figlia dello speziale. Pinerolo 1628-1629" e "La figlia dello speziale. Pinerolo 1630-1632." - LAReditore

Cop

La figlia dello speziale. Pinerolo 1628-1629 (vol. 1):
Bianca, figlia dello speziale in medicina Gaspare Olivero, proprietario di una rinomata spezieria in centro Pinerolo ed Elia, membro di una compagnia di attori ambulanti, vi porteranno in un Piemonte di inizio Seicento sul quale stanno per darsi battaglia Francesi e Spagnoli e che sta per essere falcidiato dalla peste. Da una parte la vita relativamente agiata ma costellata di rigide regole di Bianca e dall'altra l'esistenza libera ma incerta di Elia. Due universi diversi che si sfiorano casualmente, due protagonisti che cercano un proprio posto in un mondo difficile soprattutto per una donna che vuol essere riconosciuta anche per la sua abilità di speziale e per un giovane che vive ai margini della società.

La figlia dello speziale. Pinerolo 1630-1632 (Vol. 2):
Il 1630 è un anno funesto per Pinerolo: i Francesi assediano la città e, oltre alla guerra, portano la peste. La vita già difficile di Bianca ed Elia si complica ulteriormente, tra il conflitto e la malattia che dilaga in tutto il Piemonte, e i due protagonisti dovranno trovare il modo di aiutarsi a vicenda per sopravvivere. Pinerolo, la valle del Romarolo presso Giaveno e Staffarda sono teatro delle avventure di Elia e Bianca, le cui vite vengono all'improvviso stravolte portando dolore e sofferenza ma offrendo uno spiraglio di libertà dalle rigide regole sociali che li condizionano. Tramite la voce dei due protagonisti Erica Bonansea vi porta in un periodo che ha segnato la storia del Piemonte e in particolare di Pinerolo ricostruendo con vivide descrizioni le vicende e gli intrighi che conducono a un finale del romanzo per nulla scontato.