Libro
Mer, 10 Novembre Nov 2021 1830

Elena D'Ambrogio Navone presenta il libro "L'ultima nota. Omaggio a Ezio Bosso"

L'incontro si svolgerà nel rispetto delle misure di sicurezza e di distanziamento sociale, per prenotare il proprio accredito inviare una mail a eventi.duomo@mondadori.it con nome/cognome/numero di telefono.
Vi chiediamo di presentarvi all'evento muniti di apposita mascherina, green pass e documento di identità e di seguire le indicazioni che vi saranno fornite dallo staff.

Intervengono Vittorio Feltri, Francesco Mazzonetto e Melania Rizzoli - con la partecipazione straordinaria di Nina Zilli

L Ultima Nota Bosso

Elena D'Ambrogio Navone presenta il libro "L'ultima nota. Omaggio a Ezio Bosso"

Intervengono Vittorio Feltri, Francesco Mazzonetto e Melania Rizzoli

----

Spazio Eventi 3° piano - Ingresso libero con prenotazione: per richiedere il proprio accredito inviare una mail a eventi.duomo@mondadori.it con nome/cognome/numero di telefono. Vi chiediamo di presentarvi all'evento muniti di apposita mascherina, green pass e documento di identità e di seguire le indicazioni che vi saranno fornite dallo staff.

----

«Quel giorno, al suo concerto, l’ho adorato. Mi sono divertita da pazzi, come lui aveva espressamente richiesto al pubblico appena salito sul palco. Ho pianto e riso, a volte sotto l’architrave della stessa melodia. Ho sentito una connessione unica e inequivocabile con persone che non avevo mai visto prima, i miei compagni di auditorio, e che non ho mai più rivisto dopo.» In queste pagine, cariche di emozione, l’autrice rende omaggio a Ezio Bosso, l’illustre direttore d’orchestra scomparso nel maggio del 2020 a soli quarantotto anni. Un racconto scritto sull’onda della commozione e dei ricordi che ripercorre la vita del musicista per celebrare, con discrezione e riverenza, il grande lascito di un uomo famoso non solo per la sua arte, ma anche e soprattutto per la sua levatura morale. Un Maestro amato per la sua anima sensibile, gentile e pura, nonostante l’incombere della malattia neurodegenerativa che lo affliggeva da anni.

Appassionata, ma sempre misurata, Elena D’Ambrogio Navone ha voluto condividere con i lettori la sua personale interpretazione del mondo di Ezio Bosso, che lui ha tradotto in musica. E ne ha esplorato l’aspetto più intimo e familiare, senza sconfinare nel privato, sotto forma di testimonianze, aneddoti e trasposizioni letterarie. Una carrellata di suggestioni che lasciano in chi legge non solo meravigliosi ricordi, ma un senso di presenza continua, come il silenzio, come la musica. Perché, malgrado l’improvvisa uscita di scena, un essere umano dalla radiosità dirompente come Bosso non cessa mai di vivere davvero.

Elena D’Ambrogio vive a Torino, dove collabora con il marito nell’impresa di famiglia. Tre volte mamma, si affaccia al mondo della narrativa nel 2012 con il suo primo romanzo Il volo del colibrì, cui segue Un camaleonte gentiluomo e la raccolta di poesie Voci sospese. Con Cairo ha pubblicato la biografia di Giuseppe Navone, suo suocero, Quando un uomo (2017) e il romanzo Le notti di Kos (2019).