Libro
Ven, 20 Novembre Nov 2020 1830 - 2030

Erri De Luca presenta il libro "Il peso della farfalla" Feltrinelli editore

L'evento si svolgerà presso il Teatro Tognazzi di Velletri - Via Turati. Per info e prenotazioni 0696155094 - libreriamondadorivlletri@gmail.com

Il Peso Della Farfalla COVER

L'evento si svolgerà presso il Teatro Tognazzi di Velletri - Via Turati. Per info e prenotazioni 0696155094 - libreriamondadorivlletri@gmail.com

Posti limitati e distanziati nel rispetto delle normative anti covid -19

Enrico De Luca, è uno scrittore, giornalista,poeta e traduttore italiano .Il suo esordio come scrittore avviene nel 1989, quando, all'età di 40 anni, pubblica il suo primolibro "Non ora,non qui" in cui rievoca gli anni dell’infanzia trascorsa nella sua Napoli. Da quel momento De Luca pubblica, sempre con successo, opere di narrativa che saranno tradotte in oltre 30 lingue.Si tratta di uno scrittore da sempre fortemente impegnato dal punto di vista sociale. Molto prolifica anche la sua produzione giornalistica, con editoriali sulle principali testate italiane e articoli sulla montagna, di cui lo scrittore è particolare amante e conoscitore (e non ci riferiamo a semplici passeggiate: ha partecipato anche a una spedizione sull'Himalaya).

"Il peso della farfalla" : Il re dei camosci è un animale ormai stanco. Solitario e orgoglioso, da anni ha imposto al branco la sua supremazia. Forse è giunto il tempo che le sue corna si arrendano a quelle di un figlio più deciso. E novembre, tempo di duelli: è il tempo delle femmine. Dalla valle sale l'odore dell'uomo, dell'assassino di sua madre. Anche l'uomo, quell'uomo, era in là negli anni, e gran parte della sua vita era passata a cacciare di frodo le bestie in montagna. E anche quell'uomo porta, impropriamente, il nome di "re dei camosci" - per quanti ne aveva uccisi. Ha una Trecento magnum e una pallottola da undici grammi: non lasciava mai la bestia ferita, l'abbatteva con un solo colpo. Erri De Luca spia l'imminenza dello scontro, di un duello che sembra contenere tutti i duelli. Lo fa entrando in due solitudini diverse: quella del grande camoscio fermo sotto l'immensa e protettiva volta del cielo e quella del cacciatore, del ladro di bestiame, che non ha mai avuto una vera storia da raccontare per rapire l'attenzione delle donne, per vincere la sua battaglia con gli altri uomini. "In ogni specie sono i solitari a tentare esperienze nuove," dice De Luca. E qui si racconta, per l'appunto, di questi due animali che si fronteggiano da una distanza sempre meno sensibile, fino alla pietà di un abbraccio mortale.