Libro
Mar, 27 Ottobre Ott 2020 1700 - 1830

Sebastiano Ardita presenta Cosa Nostra S.p.A. Il patto economico tra criminalità organizzata e colletti bianchi

Intervengono il Sindaco di Scordia Francesco Barchitta, l'Assessore alla Cultura Valentina Tringali e Eugenio Saitta, membro della Commissione Antimafia. Dialoga con l'Autore il giornalista Paolo Borrometi

Centro Aggregazione Giovanile, via Statuto 140, Scordia (CT)

148010462

Il Libro:

Dopo le stragi del 1992 Cosa nostra ha cambiato pelle. E scesa a patti con la politica lasciandosi alle spalle la stagione del sangue e delle morti eccellenti. E così ha riorganizzato le proprie fila. Niente più omicidi ma ricerca di nuove relazioni. Nasce così Cosa nostra SpA, una grande impresa che incrocia il suo enorme fatturato con gli interessi dei colletti bianchi che governano multinazionali, enti e istituzioni pubbliche. Un sodalizio che si fonda in modo sistemico su corruzione e collusione e contro il quale sono sempre meno efficaci gli strumenti di contrasto legislativi.

L'Autore:

Sebastiano Ardita è un magistrato italiano. Entrato in magistratura all'età di 25 anni, ha iniziato come sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catania, divenendo poi componente della Direzione distrettuale antimafia, ove si è occupato di criminalità organizzata di tipo mafioso, di inchieste per reati contro la pubblica amministrazione e di infiltrazioni mafiose nei pubblici appalti e forniture. Come consulente della Commissione parlamentare antimafia della XIII Legislatura ha redatto il documento relativo all'indagine sulla mafia a Catania. È stato direttore generale dell'ufficio detenuti, responsabile dell'attuazione del regime 41bis. Attualmente è procuratore della Repubblica aggiunto presso il Tribunale di Messina. È autore di Ricatto allo stato (Sperling & Kupfer 2011), di Catania bene (Mondadori 2015) e Cosa Nostra S.p.A. Il patto economico tra criminalità organizzata e colletti bianchi (PaperFirst 2020).