Libro
Lun, 3 Febbraio Feb 2020 1800

Virginia Piccirilli presenta il libro “Storie di empatia, zagare e tartare di tonno”

Dialoga con l’autrice l’avvocato Massimiliano Trematerra

PICCIRILLI Cover EXE

Il lavoro nobilita (ancora) l’uomo?
Egoisti e stressati: così ci comportiamo spesso in azienda e non solo, creando sofferenze prima di tutto a noi stessi. Eppure, a volte, basterebbe alzare lo sguardo dal pc ed entrare in relazione con l’altro, ascoltarlo e dialogarci. In una parola, affidarci all’empatia. Nove storie di talenti nascosti sotto gusci apparentemente impenetrabili, raccontati da una direttrice del personale sensibile ed esperta, alle prese con successi e fallimenti di tante realtà organizzative.
Virginia Piccirilli raccoglie e racconta – con penna brillante e ironica – storie vere, aziendali e personali, piene di empatia, intelligenza emotiva, umanità.

Virginia Piccirilli, direttore del personale presso Darag, è stata HR manager in importanti realtà multinazionali.
Approda alle HR durante gli studi di giurisprudenza all’Università Luiss Guido Carli di Roma, dove consegue la laurea magistrale con indirizzo economico-industriale.
Precedentemente ha conseguito il diploma bilingue di Baccellierato Internazionale presso il «Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico» di Duino (Trieste). Nel corso della sua
carriera ventennale in HR, si è specializzata in gestione del talento e sviluppo organizzativo. Nata a Napoli, ma apolide nel cuore, ha vissuto nelle maggiori città italiane e all’estero.
È autrice del libro Io speriamo che colloquio (2016) e curatrice dell’omonimo blog www.iosperiamochecolloquio.com.