Libro
Sab, 1 Febbraio Feb 2020 1830

Vera Navarrìa presenta "I libri delle donne. Case editrici femministe degli anni Sessanta"

Interviene Gabriella Puleo, giornalista

VERA NAVARRIA

Davvero è esistita un'editoria femminista? Davvero può riguardare più di un limitato gruppo di attiviste? E a cosa può servire? Vera Navarrìa, ricostruendo il fervore culturale nato dalle istanze femministe e il ruolo svolto dalle case editrici che «vivevano per un fine ideale, dare voce alle donne, alla loro differenza, alla loro creatività», fa un quadro dell'editoria femminista europea, si sofferma su quella italiana e svela di avere «appreso con stupore che per alcuni anni il mondo ha conosciuto un circuito editoriale diverso che nelle sue spinte più utopiche ambiva a fare da sé, a fare a meno del compromesso con l'editoria "tradizionale", capitalista, "degli uomini". Sabato 1 febbraio, interessante incontro sull'editoria femminile con l'Autrice del volume "I libri delle donne". Partecipa all'incontro la giornalista acese Gabriella Puleo. Dalle 18.30. Ingresso libero.