Libro
Sab, 1 Febbraio Feb 2020 1830 - 2100

Lino Grimaldi Avino presenta il libro "La vita allo specchio. Introspettiva"

Intervengono: Francesco di Pasquale, giornalista e Francesco Saggese, editore

Thumbnail

Il libro
Esistono viaggi che non sono fatti di auto, aerei, treni o navi.
Allo stesso tempo essi possono essere appassionanti e affascinanti quando questi portano l'essere umano in luoghi che richiedono una ricerca approfondita e instrospettiva.
Scrivere perché? Spesso per enunciare un'ìesistenza, una solitudine, una mancanza sociale; spesso è tutto un trip nel senso mentale del viaggio da cosa si era a cosa si diventa.
Ciò fino all'osservanzainerme del cambiamento della società nella sua schiavitù ipertech.
Tutto si confonde su uno stradario che finisco per guardare più e più volte da vicino, scrutando tutto come se fosse una lente d'ingrandimento. Scrivere mi dà la possibilità di bussare a questa porta dell'animo, entrarci in punta di piedi e osservare. A volte con ammirazione, altre volte con disgusto davanti ai disagi sociali, ma mai con giudizio.
Unica motivazione di viaggio è lo spirito di ricerca che spinge ogni navigatore a spingersi un po' più in là del luogo comune che caratterizza la società sulle proprie convinzioni.


L'autore
Lino Grimaldi Avino nasce a Bracigliano, nella provincia di Salerno, il 16 aprile del 1976. Si avvicina alla penna dopo gli studi artistici. Disegno, pittura e musica i suoi primi "strumenti" di condivisione.
Inizia nel 2010 partecipando a diversi concorsi di poesie con buoni riscontri.
Il 24 settembre 2011 partecipa al 100 Thousands Poets for Change, presso la Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, recitando 4 delle sue poesie.
Il 2012 esordisce con Angusti corridoi, raccolta di poesie edito da Edizioni Ripostes. Partecipa poi al Festival delle DieciLune 2012, tenutosi nella Domus Ars a Napoli nel mese di aprile, e la IX Convention del CISAT (Centro Studi Arte-Terapia) in giugno, per un confronto dell'uso terapeutico della poesia.
Dopo una lunga serie di reading da Salerno a Taranto, dal 2014 inizia a pubblicare alcuni dei suoi racconti su Kayenna News. Nello stesso anno, nel mese di luglio, ha una Menzione d'Onore della XX edizione del premio internazionale Poseidonia-Paestum per il racconto Viola-Renée. A settembre 2014 inizia il tirocinio per giornalista pubblicista, e nel gennaio 2017 si iscrive all'Ordine dei Giornalisti della Campania. Apre un giornale d'informaione sportiva, SalernoSport24, registrato nel novembre 2019, divenendone direttore.