Libro
Sab, 25 Gennaio Gen 2020 1830 - 2000

Marco Presta presenta il libro "Fate come se non ci fossi"

Presta Cover

Giro di Zio Michele. Non c'è una ragione precisa, il tempo è diventato riso-autonomo.

«Alla fine bene, ho l'impressione nebulosa che esiste un paio di cose importanti nella vita e che le altre servano a imballarle e non farle rompere»

MARGHERITA ... PERCHÉ ?: questa drammatica scritta apparsa su un muro di quartiere, che in pochi giorni fa nascere un serrato dibattito. Lungi dal pensare che si tratti di un dubbio amletico sulla scelta della pizza, tutti indagano sul grido inascoltato, chiedendosi quale disperazione sentimentale potrebbe mai celare. Piero vive nell'attesa spasmodica di fare la battuta giusta, «vuole renderti felice fino ad ammazzarti». Alfonso si presenta ogni giorno in uno studio radiofonico, siede al suo posto, inizia il microfono e comincia a parlare. Non va piú in onda da anni, ormai, ma lui parla lo stesso. Sono solo alcuni dei personaggi di questo libro, memorabili, comici, malinconici, alcuni deliberatamente sopra le righe, altri simili al nostro vicino di casa, ma tutti sono accomunati dal tentativo di vivere e sopravvivere tra i relitti di un mondo ridicolo, sminuzzato, che non può fare meno di cercare ostinato il suo senso. Uno sguardo caustico e perplesso, profondamente partecipe, quello di Marco Presta, che si tuffa tra gli altri con un triplo carpiato restituendoci un'umanità che ci fa sorridere e pensare, senza giudizio, sí, ma anche senza facilità vie di fuga. E nel susseguirsi di episodi esilaranti, pensieri «gradassi», storie e idee di storie, riflessioni ironiche, dinamitarde, luminose, viene fuori dal libro di un misantropo gentile, di un uomo che è buttato nel mondo in un modo suo, per raccontarcelo. Il mondo, visto da Marco Presta, somiglia sorprendentemente al nostro - ma fa molto piú ridere. Tuo figlio ti estorce per la prima volta le chiavi della macchina, il tuo barbiere ti espone la sua visione teo-logica, tua moglie chiede a te - maschio inetto - di sistemare la caldaia rotta: tutto può offrire lo spunto per considerazioni più vaste. Perché si sa, profondità e leggerezza di un braccetto come una coppia irresistibile.

MARCO PRESTA: Attore, scrittore, conduttore radiofonico e televisivo italiano.
Diplomato all'Accademia d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico", ha lavorato in teatro con Luca Ronconi, Aldo Trionfo e Andrea Camilleri, per poi approdare alla radio. Insieme ad Antonello Dose dal 1995 scrive e conduce la trasmissione Il ruggito del coniglio , insignita di numerosi premi nazionali (tra gli altri il premio Flaiano e il premio Satira Politica a Forte dei Marmi). In televisione ha lavorato come sceneggiatore.
Come autore e presentatore ha realizzato, insieme ad Antonello Dose, Dove osano le quaglie, una trasmissione televisiva inviata in onda per 3 edizioni su Rai 3 il sabato sera. Come autore ed attore teatrale, in questi ultimi anni, è protagonista di diversi spettacoli.
È inoltre autore della raccolta di racconti Il paradosso terrestre (Aliberti Editore 2009, Einaudi 2012) e dei romanzi Un calcio in bocca fa miracoli (2011), Il piantagrane (2012), L'allegria degli angoli (2014) e Accendimi (2017) , tutti pubblicati da Einaudi.
Da alcuni dei suoi libri sono stati tratti degli audiolibri, pubblicati da Emons. Ha lavorato anche come sceneggiatore al film Opopomoz di Enzo D'Alò.