Libro
Gio, 21 Novembre Nov 2019 1800

Massimo Piccolo presenta il libro “Layla” Cuzzolin

Massimo Piccolo sarà accompagnato nella performance dalla cantante Adriana Cardinale con il chitarrista Dario Panzariello.

Prova Copertina 1

I veri fantasmi sono le persone strappate alla morte che hanno, però, già abbandonato la vita…

In una Napoli reale e contemporanea, cinque ragazzi stanno per vivere quello che sarà l’anno più incredibile e agghiacciante della loro intera esistenza.

LAYLA, penultimo anno di liceo, è una ragazza come tante, ma che, spesso, avverte tanta solitudine e incomprensione nella realtà che vive e la circonda, da sentirsi quasi invisibile, quasi fosse un fantasma.

SARA, anche lei al penultimo anno, è una ragazza che ha trasformato la passione per la moda e lo stile in un blog e un profilo Instagram molto seguito, ma nella realtà che vive ogni giorno, a scuola e sui social, fa sempre più fatica a competere con le altre ragazze che sgomitano e sembrano disposte a tutto pur di avere successo.

GABRIEL, ultimo anno. Anche lui ha un blog. Ama smascherare ogni tipo di credenza popolare, superstizione o bufala ricorrendo alla razionalità e alla scienza. Più che Alberto Angela, nonostante la giovanissima età, è legatissimo al padre, Piero Angela. La lettura del suo Viaggio nel mondo del paranormale (un vecchio libro del 1978 trovato nella libreria di suo zio quando era poco più che un bambino), gli ha creato una vera passione per l’argomento (si è anche fatto regalare un lettore VHS che ha usato per guardarsi tutte le registrazioni de il Mondo di Quark). Quello che però più lo turba in questo primo anno da maggiorenne è la trasformazione che il suo corpo sta subendo. Un po’ nerd, occhialuto e gracile fino ai suoi sedici anni – quando si è fidanzato con Sara – negli ultimi due anni, tra piscina e crescita, si è allungato e ha messo su un bel po’ di muscoli, diventando uno dei ragazzi più popolari del liceo.

PISTO, ultimo anno. Migliore amico di Gabriel fin dalle elementari, dotato di un’intelligenza brillante e di una capacità di usare cellulari, applicazioni e ogni sorta di programma che gira su PC al di fuori della norma, ha difficoltà, per quanto la loro amicizia sia profondissima, nel rapportarsi al nuovo Gabriel. Sentendosi non abbastanza carino per poter vivere una vera storia con una ragazza, finisce per struggersi nell’amore platonico per la più bella e in vista del liceo, Rossella.

BIANCA, penultimo anno del liceo. Amica di Sara. Chiacchierata da tutti perché dopo un paio di relazioni finite male ha iniziato a frequentare un ragazzo molto più grande della sua età, viene spesso messa da parte. Ha fin da subito un’avversione per la dolce e timida Layla. Forse perché teme che la ragazzina possa portarle via l’unica ragazza che non la tratta come fosse un’appestata.

LA SPOSA VERGINE, donna bellissima, elegante e dall’identità insospettabile. È grazie al caso (o magari al destino), che arriva, poco più che ragazzina a Napoli, uno dei cinque centri esoterici determinanti del mondo. Ed è qui che, grazie all’intuito e l’indiscutibile intelligenza, trova tra i tanti simboli religiosi (tra tutti le Madonne del Granato e l’inaccessibile Simon Mago della Cappella Capece-Minutolo del Duomo di Napoli) e tante antiche suggestioni, il modo per farsi sacerdotessa di una Verità che è riuscita a decifrare legando in maniera perfetta, nei miti prima e nei maggiori credo e religioni poi (da quella egizia a quella cristiana, passando per gli gnostici e gli alchimisti), fino alla scienza dello spazio-tempo di Einstein e la fisica teorica contemporanea, quanto non può essere rivelato al mondo. Grazie a lei quello che erroneamente viene definito paranormale acquista una logica inoppugnabile.

E quando il caso (o magari il destino) la metterà sulla strada dei ragazzi, per nessuno nulla potrà mai essere più come prima.

Nel normale scorrere delle giornate di cinque ragazzi del liceo, tra passioni, aspirazioni e i naturali intoppi del diventare adulti, si insinua, silenzioso e lento come un serpente che muove in una notte senza luna, la realtà, fatta di misteri e accadimenti inspiegabili, che da migliaia di anni accompagna, discreta e presente (rivelandosi solo a piccoli sprazzi – ora in una cappella chiusa, ora in un dipinto, ora nelle fattezze di una Madonna col Melograno), l’esistenza di Partenope e della città di Napoli.

Massimo Piccolo è nato a Pomigliano D’Arco (Na). Per la stessa collana Cuzzolin ha pubblicato “Estelle. Storia di una principessa e di un suonatore di accordìon” nel 2018

L'autore Massimo Piccolo ha un blog

www.315on44street.com

un sito: https://www.massimopiccolo.it/opere.html