Libro
Mar, 19 Novembre Nov 2019 1830 - 1930

Elisabetta Di Minico presenta il libro "Il Futuro in bilico"

Modera Oscar Serafini

Di Minico Copertina (1)

Il futuro in bilico, riflette sulla distopia, ossia sul “luogo cattivo”, tanto nella finzione letteraria, fumettistica e cinematografica, quanto nei percorsi storici e socio-politici degli ultimi 150 anni. Oscuro e disincantato opposto dell’ottimista utopia, la distopia è un genere che descrive il peggiore dei mondi possibili e racconta di popoli pesantemente manipolati, disperati e repressi.

Attraverso lo studio di opere fondamentali come 1984, Il mondo nuovo, Fahrenheit 451, Kallocaina, Il racconto dell’ancella e V per Vendetta, il testo “sfrutta” la distopia e la fantascienza per svelare i sistemi di violenza e controllo e i processi di manipolazione e repressione che caratterizzano la società contemporanea, sia in contesti totalitari e autoritari, sia in realtà democratiche. La forza e il successo del genere, che da qualche anno sta vivendo una nuova epoca d’oro, sono legati all’intenzione di una forte critica socio-politica. Il fine dichiarato della distopia, infatti, è di incoraggiare un’essenziale riflessione sullo status della nostra società globale.

Il futuro in bilico è un’opera innovativa e pionieristica in quanto uno dei primi lavori accademici ad aver identificato e unificato in maniera comparatistica ed ampia la connessione tra la distopia letteraria, fumettistica e cinematografica e le reali azioni distopiche (violente e non-violente) della società. In secondo luogo, il suo approccio inter- e multidisciplinare risulta adatto anche ad un pubblico non specialistico, desideroso di approfondire questioni storiche e di critica socio-culturale. Il saggio contiene illustrazioni originali di Francesco Biagini, Manuel Bracchi, Marika Cresta, Gary Erskine, Arianna Florean, Claudia Ianniciello, Grazia La Padula, Annapaola Martello, David Messina, Bryan Talbot e Dario Tallarico.