Libro
Sab, 9 Novembre Nov 2019 1600

P.I.T incontrano il pubblico e firmano le copie del libro “La casa del pazzo”

Acquista Il libro "La casa del pazzo" presso il Mondadori Bookstore e riceverai il pass per avere accesso prioritario al firma copie con P.I.T.

Cover PIT

La casa del pazzo
L'indagine sul soldato che perse la ragione. La rivelazione finale. Grande lancio per Halloween, sulla scia di Ouija. I 12 rintocchi di Marco Zagato
(20.000 copie GFK) I cacciatori di fantasmi tornano alla loro indagine più inquietante.
Raccontando per la prima volta la fine che non potevano pubblicare sul web. Una casa abbandonata vicino al cimitero, strani disegni sui muri, sul pavimento pietre che sembrano lapidi. Lì abitava un pazzo che odiava i bambini, si dice. In marzo 2018 Paolo e Debi, noti su YouTube come il PIT (Paranormal Investigation Team), vanno a indagare. Mentre sono dentro, ricevono una telefonata: non riescono a rispondere, ma il cellulare segna la data della chiamata: 7/4/2018. Una data del futuro. O forse un codice numerico? «La casa del pazzo» è stata l’indagine più oscura e spaventosa del PIT, che ha tenuto i fan con il fiato sospeso
per 17 puntate. Ma c’erano cose che Paolo e Debi non potevano rivelare. Non ancora. Hanno segretamente portato avanti la loro ricerca, perlustrando cimiteri, caserme e ruderi, e in questo libro riveleranno le ultime sconvolgenti scoperte sull’identità del pazzo e la sua tormentata storia. Rivelazioni da brividi che la PIT-family chiede da tempo.

• YouTube: 200.000 iscritti in un anno, oltre 500.000 visualizzazioni nei
video top
• Instagram: 60.000 follower
• La PIT-family è tra le community più attive e fedeli di YouTube: ha bruciato in pochissimo tempo tutti i gadget firmati PIT.

PIT
Il PIT (Paranormal Investigation Team) è formato da Paolo e Debora. Protagonisti in passato di Mistero, hanno aperto un seguitissimo canale YouTube dove raccontano un mondo oscuro e
misterioso, indagando in case abbandonate, chiese sconsacrate, ex manicomi e luoghi infestati. Veri professionisti del settore, vengono spesso intervistati da giornali e tv (di recente da Antonella Clerici a Portobello). Hanno anche sviluppato l'App Ghost Finder con più di 70.000 download nella prima settimana.