Libro
Sab, 2 Novembre Nov 2019 1000 - 1900

Riccardo Landini incontra il pubblico e firma le copie del libro "Il Giallo di via San Giorgio"

Il Giallo Di Via San Giorgio

Astore Rossi lavora come restauratore di mobili antichi in una piccola città di provincia. Uomo schivo, solitario e amareggiato dai ricordi del passato, coltiva soltanto i pochi legami indispensabili al suo lavoro. L’unica persona con cui ha allacciato un rapporto è Luisa, un’anziana vicina di casa. Quando lei muore, lasciandogli una misteriosa chiave e strappandogli la promessa di rimediare al male passato, Astore si trova coinvolto, suo malgrado, nelle oscure vicende che riguardano la famiglia Spada, cui Luisa apparteneva. Ci sono antichi e inimmaginabili segreti custoditi dalle stanze di una villa immersa nei boschi dell’Appennino bolognese. E c’è qualcuno, spietato, che non vuole assolutamente che vengano scoperti. La posta in gioco per arrivare alla verità e mantenere la promessa fatta a Luisa rischia di essere molto alta…

Riccardo Landini, nato in Emilia, ma d’origine ed estrazione romagnole, ha alle spalle studi classici e nel cuore una grande passione per Piero Chiara e per il cinema italiano degli anni ’70. Nel 2009 ha presentato al pubblico il suo primo romanzo, “E verrà la morte seconda”, che gli è valso l’interesse della stampa e dei lettori. A questo hanno fatto seguito, negli anni a venire, parecchi altri lavori per Mondadori, Cordero, Eclissi e diverse altre Case. Per Cento Autori ha pubblicato il romanzo “Il primo inganno”, capitolo iniziale di una trilogia cui sono seguiti “Non si ingannano i morti” e “Ingannando si impara”. Il primo romanzo di una nuova serie “Il giallo di via San Giorgio” edito da Newton & Compton è vincitore di numerosi premi letterari, tra tutti, il premio Giallo Stresa 2013.