Libro
Mer, 25 Settembre Set 2019 1800

Andrea Di Consoli presenta il libro "Diario dello smarrimento" InSchibboleth

intervengono: Giuseppe Petrarca, Pietro Treccagnoli, Angelo Petrella e Aldo Putignano.

Copertina DIARIO DELLO SMARRIMENTO

Andrea DI Consoli è nato a Zurigo da genitori lucani. Dal 1996 vive a Roma. Tra i suoi libri di narrativa: "La curva della notte"(Rizzoli, 2008) e " La collera" (Rizzoli, 2012). Ha pubblicato libri di poesia e saggistica, tra cui: "La commorienza. La misteriosa morte dei fidanzatini di Policoro" (Marsilio, 2010) e "Il miracolo mancato. Francesco di Paola e il Re di Francia" (San Paolo, 2018). Scrive su "Il sole 24 ore" e su altri quotidiani. E' responsabile del programma televisivo "Il caffè di Raiuno". Collabora con RAI Teche ed è autore di documentari, tra cui "Matera Matera" (Rai Cinema, 2015).

"Penso a tutti i libri che non sono stati scritti, alla grande storia della letteratura invisibile, rimasta ferma e muta in una morsa di stomaco, in uno struggimento che di colpo si fa paura, e poi solitudine, e poi corpi da abbracciare senza dire nemmeno niente". Un diario intimo, tanto più personale quanto condiviso e universale. Un memoriale nel quale lo scrittore lucano mette a nudo, senza veli, i suoi drammi e le sue gioie. Frammenti di una vita vissuta ad alta intensità emotiva che si ricompongono in un bilancio umano in cui la letteratura spinge il dito nella piaga dell'esistenza e diviene rivelazione del mondo.