Libro
Ven, 20 Settembre Set 2019 1600

Guido Corbò incontra il pubblico e firma le copie dei libri "Fisica per non fisici" e "Un fisico in salotto"- Tea

Coverspdf Page 001

"Mi piace parlare di fisica. Sono un fisico, appassionato del mio lavoro. Di fatto parlo di fisica soltanto con i miei colleghi del Dipartimento, qui all'Università La Sapienza di Roma, a parte qualche cenno in famiglia. Tuttavia vorrei parlare di fisica anche a un pubblico più vasto; a un pubblico di 'non addetti ai lavori' come si usa dire. Ed eccomi qui a scrivere utilizzando un linguaggio semplice, almeno spero. Parlare soltanto di fisica, nel senso strettamente tecnico o scolastico delta parola, mi sembra però esagerato e noioso per un lettore non direttamente coinvolto in questioni scientifiche. Chi si aspetta un'esposizione divulgativa e ben ordinata della fisica, e niente di diverso, rimarrà dunque deluso. Infatti, saltando qua e là, intreccio la fisica con il racconto di episodi che spero siano divertenti e un po' 'fuori tema' senza uno schema preordinato. Passo dalla Relatività di Einstein a questioni di matematica; da un negozio di elettrodomestici ai frattali; e poi torno ancora alla Relatività. Nulla che ricordi l'ordine logico con il quale deve essere presentata una scienza come la fisica! L'ambiente giusto per parlare così è un salotto, nel quale si possono alternare argomenti 'seri' ad argomenti meno impegnativi. Ed è proprio in un salotto che comincia il mio racconto".