Arte
Mer, 17 Luglio Lug 2019 1900 Dom, 1 Settembre Set 2019 2000

Vincenzo Lo Sasso espone la mostra "Fiori di Luglio"

Esposizione opere dal 17 luglio al 1 Settembre
Inaugurazione 17 luglio alle ore 19.30
Opere esposte presso lo Spazio eventi, Piano 3 Mondadori Megastore Piazza Duomo, Milano
Mostra inserita nel progetto st art. L’arte per tutti

st art. L’arte per tutti, il progetto culturale Mondadori Store curato da Angelo Crespi, ha l’obiettivo di presentare e valorizzare gli artisti italiani e al contempo avvicinare il pubblico all’arte contemporanea. La rassegna prosegue con la mostra FIORI DI LUGLIO di Vincenzo Lo Sasso.

La serie "Fiori dell’Aglio" di Vincenzo Lo Sasso nasce durante una vacanza di alcuni anni fa all’Isola di Minorca. L'artista rimane folgorato dalla bellezza di questi fiori selvatici dalla crescita spontanea, che coprono l’isola pressoché ovunque.

Fiore delicato dallo stelo dritto e altissimo (fino a 2 metri), complesso e cangiante, il fiore dell'aglio riporta alla memoria di Vincenzo Lo Sasso le immagini delle meravigliose modelle fotografate nel corso della sua precedente carriera svolta nel mondo della moda durante gli anni Ottanta.

Raccolto dunque un centinaio di fiori, una volta rientrato nel studio milanese Lo Sasso realizza una serie di dodici immagini fotografiche.

Stampate su alluminio, esse sono state esposte nel 2013, con una mostra itinerante, a Bari nella Chiesa della Vallisa, al Museo provinciale di Potenza e alla Cattedrale di Oria.

Ispirato dalla belleza dei soggeti, Vincenzo Lo Sasso ha deciso di realizzare dieci quadri a olio su tela, dalle dimensioni di 70 x 100 centimetri, che rappresentano la sua ultima, inedita produzione d’arte.

Fotografo, scultore, pittore, Vincenzo Lo Sasso è un artista poliedrico: dall’algida ed elegante immagine della fotografia di moda all’afflato lirico della pittura, l’artista in questa occasione mostra una “sospensione” del genere “astratto”, tipico delle sue fotografie d’arte ispirate alla relativa produzione scultorea, varcando la soglia del figurativo.

Vincenzo Lo Sasso

Vincenzo Lo Sasso nasce a Taranto da padre lucano e madre piemontese. Cresce ad Arona (Lago Maggiore) dove comincia un percorso artistico caratterizzato da un'intensa attività pittorica utilizzando medium e supporti tradizionali. A venti si trasferisce a Milano per seguire gli studi di architettura e sviluppa a livello professionale la sua passione per la fotografia che lo porterà a lavorare negli Stati Uniti d'America, Germania, Francia, Inghilterra ed altri paesi. Lunga e fruttuosa è la collaborazione con testate come Vogue Italia, Vogue Bellezza, Uomo Mare, Linea Italiana, Moda, King, Rizzoli e Mondadori. L'attività professionale si allarga al teatro lavorando per il Balletto d'Arte Contemporanea di San Pietroburgo e per il Teatro Stabile di Ancona. Prosegue nel mondo dello spettacolo dove per molti anni realizza foto per Eros Ramazzotti. Collabora anche con Gianni Morandi, Anna Oxa e Spagna. La sua carriera si concretizza in ambito pubblicitario. Realizza lavori per Oreal, Wella, Schwartzkopf e note aziende di moda spostandosi prevalentemente tra Milano e gli Stati Uniti d'America. Da oltre vent'anni si dedica completamente all'arte. Fotografia, pittura e scultura. Le sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. Attualmente ricopre la carica di Direttore Artistico e della Fotografia del movimento culturale "Il Nuovo Rinascimento di Luigi Bellini".Ha esposto in varie mostre in Italia e all’estero. Attualmente è in corso la mostra “La presente assenza”, con l’artista Ivano Sossella, negli spazi espositivi della Fondazione Sangregorio Giancarlo, Sesto Calende (Varese), a cura di Angelo Crespi e Emanuele Beluffi.