Libro
Sab, 8 Giugno Giu 2019 1030

Stefano Garavini incontra il pubblico e firma le copie di "Una vita senza patente" Leone editore

Una Vita Senza Patente FRONTE

UNA VITA SENZA PATENTE

Stefano Garavini racconta in prima persona la sua storia di ragazzo cresciuto sulla riviera romagnola, nel mito dei motori, delle serate in discoteca e delle bevute tra gli amici. E proprio quelle bevute, unite alla scellerata decisione di mettersi alla guida di una macchina o di una moto, gli sono costate per ben otto volte la patente. Tra ritiri lievi e ritiri più lunghi, con alte pene pecuniarie e l’obbligo di lavori socialmente utili, si caratterizzano così circa venti anni della sua vita, durante i quali Stefano si trova a dover pagare le conseguenze delle sue imprudenti scelte, dal problema di rimanere appiedato e quindi più limitato negli spostamenti, fino a quello di dover convivere col senso di colpa per aver deluso la propria famiglia, in special modo la madre. E poi anche per aver deluso se stesso, quando, all’ennesimo ritiro, di fronte alla promessa che sarebbe stato l’ultimo, inevitabilmente ci ricascava. In un libro personale e significativo, l’autore, attraverso il racconto, a tratti leggero e con note umoristiche, della sua esperienza, lascia un messaggio di grande importanza, mettendo in guardia tutti dal pericolo di sottovalutare gli effetti dell’alcol, soprattutto al volante.

STEFANO GARAVINI

Stefano Garavini è nato a Forlì nel 1968. Diplomato in agraria, poco dopo la fine della scuola si è avvicinato al mondo dell’informatica, lavorando per anni in quel settore, dapprima come impiegato e poi come imprenditore. Attualmente è capo di una ditta di grafica/stampa. Amante delle auto e delle due ruote, della musica e del mondo delle discoteche, ha subito nel corso di circa venti anni otto volte il ritiro della patente, come racconta in Una vita senza patente, suo libro d’esordio con Leone Editore.