Libro
Ven, 24 Maggio Mag 2019 1000

Karen Lojelo e Maria Musitano incontrano il pubblico e firmano le copie dei loro libri "Non ti scordar di me" e "Polaroid"

Cover Insieme

Non ti scordar di te di Karen Lojelo:

Toscana. Sarà proprio qui, nella vecchia tenuta dei nonni, che Priscille - una giornalista affermata che ha girato tutto il mondo - nel giorno del suo trentesimo compleanno dovrà tornare, ritrovandosi ad affrontare i fantasmi del suo passato. Un romanzo ricco di personaggi molto diversi tra loro. Una storia che parla di come ogni persona che entra nella nostra vita abbia un ruolo fondamentale, anche se qualcuna resta e altre sono solo di passaggio. Il lavoro, l'amicizia, la famiglia, il sesso, l'amore, il dolore, la felicità, la vita e la morte. Perché la vita è fatta di questo e nessuno di questi aspetti può essere trascurato. E come dice la stessa Priscille: "È solo alla fine che si possono riunire tutti i pezzi del puzzle della nostra esistenza trovandole un senso."

Polaroid, la scatola dei ricordi di Maria Musitano:

Che cosa scoprirei della mia vita se mi scattassero un’istantanea adesso? Quale momento, quale stato d'animo immortalerebbe?Sono queste le domande che si pone il lettore leggendo il nuovo e affascinante romanzo di Maria Musitano. Un romanzo dai racconti dolci e amari dove ci si trova catapultati nelle vite di tanti personaggi diversi tra loro, ma che, come in un gioco del destino, si sfiorano e si incontrano per tutto il tempo della storia. Ventisei storie legate da un filo come accade nella vita reale, basta avere occhio per accorgersene perché la vita non è altro che un grande palcoscenico dell’incontro, dove ogni singolo attore è importante. Polaroid è un inno alla vita, alle infinite possibilità che si presentano sul cammino dei personaggi perché in ogni momento l’essere umano può mettersi in discussione, osare, cambiare. Fra le pagine del libro ci si perde, ci si ritrova e l’amicizia, il sentimento che si può definire fra i più nobili, fa da collante per ricordare che anche nei momenti più tristi non si è mai soli.