Libro
Mer, 15 Maggio Mag 2019 1830

Marzia Sicignano presenta il libro "Aria" Mondadori

Cover Aria

Ci sono rare volte in cui incrociare per la prima
volta lo sguardo di uno sconosciuto non è
semplicemente un vederlo, ma un riconoscerlo.
È sentire che chi hai di fronte, se anche all’inizio
ti sembra strano, o addirittura insopportabile, è
qualcuno che, in realtà, prima o poi ti salverà.
Questa è la storia di Guido e Silvia, giovanissimi
eppure già in debito d’ossigeno con la vita,
costretti a fare i conti con un passato che si infila
nel loro petto come lame, nell’indecisione di
un vuoto dentro che sembra parlare, che sembra
dire: “Andrà tutto male”.
Incontrarsi, conoscersi, amarsi – e tutto quello
che c’è nel mezzo – per loro è come tornare
a respirare, è trovare finalmente quel qualcuno
che capisce che ciò che mostri agli altri non
sei davvero e pienamente tu, perché dentro nascondi
un mondo, e lo fai solo per paura che te
lo rovinino. Quello che si preoccupa che tu sia
felice nelle piccole cose, che osserva i tuoi occhi
come nessuno vuol fare mai e ascolta i tuoi silenzi
come canzoni lente, quasi potessero parlare,
soprattutto in mezzo alla gente. Quello che
non odia i tuoi difetti perché sa che senza non
saresti tu, e che quando pensa lo fa pure per te,
come se la sua felicità e la tua corrispondessero.
Quello che non ti abbandona anche quando
è difficile starti vicino, anche quando dici a voce
alta che non vuoi nessuno, ma proprio nessuno
accanto. E che così, a suo modo, ti sta sussurrando:
“Ti amo”.
Con il suo stile inconfondibile, che si muove liberamente
dalla prosa alla poesia, Marzia Sicignano
ci mostra che, quando incontri quel
qualcuno, l’unica cosa da fare è tenerlo con te,
prendendotene cura come si fa con i tesori più
preziosi, perché quel primo respiro che ti ha rimesso
al mondo duri il più a lungo possibile.