Libro
Sab, 4 Maggio Mag 2019 1500 - 1900

Marina Crescenti incontra il pubblico e firma le copie del libro "Il Branco Uccide. Caccia al Drago Giallo"

Il Branco Alta

Oscar e il suo branco affrontano il mondo con il piglio di chi ogni giorno deve fare i conti con la propria anima spietata, sfasciata da abusi subiti e sofferenze patite, "pane quotidiano" della loro infanzia. La crudeltà gocciola da ogni pagina, ma in questa seconda avventura il branco si trova ad affrontare un nemico altrettanto feroce: il Drago Giallo. Nulla placherà la furia del drago, se non la vendetta. Il pericolo, però, potrebbe giungere anche da molto più vicino... I protagonisti del romanzo si muovono all'interno di una storia dalla doppia faccia, che strizza l'occhio a una narrazione cruda e brutale. Non a caso vi si respira il clima di un certo cinema poliziesco - quello italiano degli anni Settanta e Ottanta - che si insinua prepotente fra le righe e prende a calci i sentimenti. A volte capitola e lascia la scena all'amore, cede il passo all'amicizia. Nel branco si riaffacciano, così, speranze e buoni propositi, ma c'è da chiedersi se non siano solo fantasmi pronti a sgretolarsi alla successiva, imminente sequela di calci...

Oscar afferrò una sedia, la girò e si piazzò a gambe larghe davanti al ragazzo; poi incrociò le braccia sopra lo schienale e, con un cenno, indicò agli altri le sedie rimaste. Sollevò il revolver e inserì il proiettile dentro un foro dei sei; subito dopo, diede una spinta al tamburo. Richiuse svelto la canna basculante, quindi poggiò la pistola sul tavolo. "Te lo chiedo per l'ultima volta. Che cosa sai di un drago giallo?"