Libro
Mar, 16 Aprile Apr 2019 1900 - 2100

Domenico Carrara incontra il pubblico e firma le copie del libro "Mnemosine"

Interviene Antonio Cataruozzolo

Mnemosine 3

In un mondo fantastico vi è un villaggio in cui il sovrano, tiranno, decide di cancellare i ricordi con un rituale quotidiano, controllando i suoi sudditi non attraverso la propaganda e la repressione politica, ma attraverso l’eliminazione di tutto il resto. Mnemosine, il nuovo libro racconto di Domenico Carrara, si pone come una fiaba moderna, in cui la vicenda narrata assume il ruolo di metafora generale della realtà e del mondo virtuale, dando vita a semplici e funzionali personaggi, la cui caratterizzazione è data da nomi evocativi e da piccole ma coraggiose decisioni che prenderanno nell’arco della storia narrata. Attraverso l’allegoria, questa fiaba, svela un aspetto mass-mediale, sociologico e identitario del nostro presente, vissuto tra le dimensioni del sensibile e del virtuale. A partire dal luogo del villaggio, i suoi personaggi vivranno un’avventura che li condurrà a riflettere sulla propria condizione di individui e di abitanti del mondo. Il tutto abilmente basato sulle fondamenta toponomastiche della mitologia greca e mescolando gli antichi archètipi letterari con quelli della nuova narrativa seriale, dove avrà respiro anche l’intramontabile sogno romantico, elemento essenziale e propulsore delle più nobili gesta eroiche.

Domenico Carrara è nato nel 1987 ad Atripalda (AV). Ha pubblicato i libri "A riprendere le stelle" (Il Filo, 2009), "Binario 8" (Photocity edizioni, 2012) e "C'è chi si lamenta della pioggia" (Homo Scrivens, 2014). Ha partecipato a diverse antologie e collabora con alcune riviste on-line.