Libro
Dom, 7 Aprile Apr 2019 1750

Oney Tapia presenta "Più forte del buio" & Patrizia Saccà presenta "Yoga a raggi liberi"

Salone Dugentesco

Libbri

La vita è davvero imprevedibile.

Quando ti sembra di avere tutto, di punto in bianco il destino bussa alla porta. E succede che nel giro di un attimo la tua vita cambia così all'improvviso da scuoterti nel profondo. E quello che è accaduto a Oney Tapia nel 2011: mentre lavorava come tree climber alla potatura di un albero, un ramo gli è caduto sugli occhi facendogli perdere per sempre la vista.

All'improvviso il buio ha avvolto il suo mondo, costringendolo a fare i conti con la cecità, una condizione nuova e drammatica. Lui, che è sempre stato un uomo d'azione, atletico e instancabile, è dovuto scendere a patti con una realtà durissima e all'inizio totalmente sconosciuta. Senza vedere, fare le cose di tutti i giorni, anche quelle semplici e banali, diventa la più grande delle sfide. Ma Oney è un guerriero nato e cresciuto a Cuba, e non rimane con le mani in mano.

Si butta nello sport per tirare fuori l'energia e la voglia di fare. E così ha ritrovato la gioia di essere vivo, oltre a capire la straordinaria opportunità che questo incidente - "una benedizione", come ama definirlo lui - gli ha dato: la possibilità di conoscersi meglio, di capire le sue potenzialità, di trovare un nuovo equilibrio interiore e persino di vincere l'argento per il lancio del disco alle Paralimpiadi del 2016.

Perché, come dice Oney Tapia, "Nella vita tutto è possibile e i limiti che incontriamo li mettiamo noi per primi". Una testimonianza per conoscere un uomo dalle mille risorse e profondamente legato alla sua terra d'origine, e per imparare a non arrendersi mai, perché ogni ostacolo è un'opportunità per scoprire chi siamo veramente.

Assieme a Oney Tapia ci sarà Patrizia Saccà che presenta il suo libro "YOGA A REGGI LIBERI"

Patrizia Saccà, atleta paralimpica, allenatrice di tennis tavolo e istruttrice di yoga, ha ideato il Saluto al Sole per persone con disabilità motoria, e non solo. Le 12 asana del Surya Namaskar in posizione seduta offrono una variante che può essere praticata da chiunque su una normale sedia, per una pausa di relax in ufficio, durante i convegni ottimizzando gli spazi delle sale conferenze, oppure tranquillamente a casa, per casalinghe e per diversamente giovani. In un connubio di dinamismo fisico e lavoro di consapevolezza meditativa, "Yoga a raggi liberi" rompe il pregiudizio sullo yoga non accessibile, riconducendo all'essenza stessa di questa antica disciplina, che non è certo ginnastica.

Yoga e meditazione sono davvero per tutti. "Dove non arriva il corpo arriva la mente, dove non arriva la mente, arriva lo spirito". In copertina: disegno di Veronique Torgue e fotografia di Maren Ollmann.