Libro
Ven, 22 Febbraio Feb 2019 1830 - 2000

Marco Bonini incontra il pubblico e firma le copie del libro “Se ami qualcuno dillo" Longanesi

Dialogherà con l'autore Ezio Tamilia

Se Ami Qualcuno Dillo PIATTO (003)

Esprimere i propri sentimenti non è mai facile, specialmente tra padre e figlio: è questo il tema che Marco Bonini affronta nel suo romanzo d’esordio, Se ami qualcuno dillo. L’attore e sceneggiatore romano mette su carta una storia ispirata alla propria vita, raccontando il difficile rapporto con il padre.
Sergio è un uomo duro e poco incline ai sentimentalismi. Anche in famiglia è sempre stato selvatico e scostante, al punto che la moglie lo ha lasciato dopo vent’anni di matrimonio. Quando in seguito a un grave infarto l’uomo entra in coma, al suo capezzale accorre però la famiglia al completo: i figli Marco e Giulio, l’ex moglie, la madre, gli zii e perfino le numerose donne che Sergio ha frequentato dopo il divorzio. Li aspetta una grande sorpresa: al risveglio il vecchio Sergio, l’uomo tutto d’un pezzo che non sapeva fare una carezza ai propri figli, non c’è più. Al suo posto è arrivato un alieno, imprevedibile, folle e delizioso come un bambino che deve di nuovo imparare tutto, ma proprio tutto, del mondo degli uomini. Il nuovo Sergio non sa leggere né scrivere, ma balla, ride e sa quando fare una carezza o una dichiarazione d’amore. Sergio sa essere, finalmente, felice. E sa insegnarlo agli altri. Marco saprà apprendere la sua lezione?
In un mosaico di personaggi e sentimenti, una storia che mixa con naturalezza poesia e commedia. I diritti per il cinema sono già stati acquistati da una nota casa di produzione.

MARCO BONINI (1972) è un attore e sceneggiatore romano. Ha recitato in alcune delle più fortunate fiction tv italiane, dalle Ragazze di Piazza di Spagna al Paradiso delle signore a Un medico in famiglia. Scrive per il cinema e la tv (tra gli altri è co-sceneggiatore di Perlasca. Storia di un eroe italiano, fiction con Luca Zingaretti). Con Edoardo Leo ha firmato la sceneggiatura del pluripremiato Noi e la Giulia (2 David di Donatello, 2 Nastri d’Argento e il Globo D’Oro della stampa estera come migliore commedia dell’anno). È tra i protagonisti della fortunata trilogia di Sydney Sibilia, Smetto quando voglio.