Libro
Gio, 14 Febbraio Feb 2019 1700

Paola Zannoner presenta e firma le copie del libro "Rolling Star" De Agostini

Copertina Rolling

1968. Max. Bea. David. Un viaggio che cambierà la loro vita. L'estate che cambierà il mondo intero.

Eravamo quasi un centinaio, buttati sui divani o accalcati nell'erba a ballare, alcuni fumavano e bevevano. Altri si tuffavano nudi nel laghetto vicino. L'unica cosa che contava è che non ci fosse nessuno a controllarci, e quel giorno in effetti non c'era nessuno: né zii, né genitori, né adulti in giro. Solo ragazzi e ragazze, e tra le tante anche Bea, vestita come la Primavera del Botticelli, con la stessa treccia lunghissima che cadeva da una spalla, lo stesso sorriso a bocca chiusa, e la stessa pelle morbida che molte volte avevo sognato di accarezzare."

Estate, 1968. Max ha diciassette anni e il desiderio inguaribile di viaggiare. Per lui la vita ha il sapore della libertà, della leggerezza e dell'amore per Bea. Bea bellissima, bionda e luminosa come la Primavera di Botticelli. Adesso che la scuola è finita - che si sono chiusi i battenti di quella prigione immobile - è arrivato il momento di partire per il sud della Francia: zaini in spalla, vestiti a fiori impalpabili, la musica di Bob Dylan nel cuore e la voglia di lasciarsi indietro un mondo vecchio, stantio. La loro avventura è costellata di artisti, personaggi ambigui e una compagnia teatrale di hippie. E poi c'è David il rivoluzionario, uno che le cose le vuole cambiare per davvero, pronto a mettere in gioco tutto, anche se stesso. David, che tira Max fuori dai guai e diventa un prezioso alleato per Bea. Ma il sottile equilibrio su cui si regge il rapporto tra i tre amici è destinato presto a spezzarsi, e nella magica, calda estate del '68, tra feste, corse in moto e colonne sonore indimenticabili, Max imparerà che il suo ideale di libertà ha un prezzo. Un prezzo caro da pagare.