Libro
Dom, 28 Ottobre Ott 2018 1700

Marcello Simonetta presenta il libro "Caterina De' Medici" Rizzoli

Simonetta CATERINA 300Dpi

Un viaggio inedito dietro le quinte del Rinascimento, sulle tracce della donna più controversa dell’Europa moderna.Nel 1519 Caterina de’ Medici, appena nata, rimane orfana di entrambi i genitori; nel 1527 si ritrova sola, senza alcuna protezione, ostaggio dei nemici della sua famiglia, prigioniera in un convento di monache; nel 1533 sposa Enrico di Valois, uno dei figli del re di Francia, che è innamorato di un’altra donna, molto più anziana di lei; nel 1544, dopo anni di dolorosissima sterilità, riesce a partorire il primo figlio, che viene affidato però all’amante del marito; nel 1545 cade da cavallo e rischia
di spezzarsi la schiena; nel 1554 promuove una guerra contro il lontano cugino Cosimo de’ Medici che finisce in disastro; nel 1559 rimane vedova. E diventa regina di Francia. Quella della giovane Caterina, racconta Marcello Simonetta, è la storia romanzata del lungo apprendistato di una bambina che tra lutti, pericoli e tradimenti si prepara a diventare regina di Francia. Ma è anche la storia della guerra fratricida che legherà per sempre il destino dei Medici a quello di un’altra potente famiglia fiorentina, gli Strozzi, epigoni falliti della libertà d’Italia: “dei disperati, a loro modo titanici”. Per molti secoli, Caterina è stata
considerata una regina dispotica e spietata, dedita all’occultismo
e alla magia nera. Questo libro ci dipinge invece una donna molto più complessa, capace di attraversare tempi convulsi esercitando semplicemente il potere che le spettava.