Libro
Ven, 26 Ottobre Ott 2018 1830

Sara Rattaro presenta e firma le copie del libro "La vita vista da qui" Morellini

Intervengono alcuni autori dell'antologia

Mondadori Bookstore - Roma Tuscolana
VIA TUSCOLANA, 771/771A ROMA LAZIO 00174 IT
  • ...Share
La Vita Vista Da Qui 14X21 Cover DEF

Nove autori coordinati da Sara Rattaro si confrontano sul tema della sopravvivenza.
Con un racconto dell’autrice di Niente è come te (Garzanti).

Se i tragici eventi mondiali degli ultimi tempi ci portano sempre più spesso a pensare alla sopravvivenza e al triste corteo di concetti che spesso la accompagnano (la sofferenza, il dolore, la perdita, il trauma), questa raccolta di racconti punta a evidenziare il fatto che sopravvivere è vivere, e la vita in tutte le sue forme e con tutte le sue difficoltà è quanto di più bello possa esserci al mondo. La sopravvivenza è innanzi tutto contrapposizione alla morte, è il grido disperato ma risoluto di chi davanti a una catastrofe o una tragedia riesce passo dopo passo ad andare avanti, ma si lega anche al tema del sacrificio, obbligandoci a perdere qualcosa che ritenevamo importante e a rivedere le nostre necessità. Sopravvivere è quanto ci viene richiesto di fare quando tutte le certezze che avevamo ci crollano improvvisamente addosso, oppure scontrarsi a denti stretti con quello che lentamente ci distrugge.
Così, il viaggio in macchina di una famiglia qualunque si rivela essere il banco di prova per la stabilità della stessa; la terribile strage di Beslan riaffiora negli occhi di una bambina che l’ha vissuta e che non potrà dimenticarla; una giovane ragazza piena di sogni troverà la necessità di dover andare avanti dopo aver visto la morte negli occhi al Bataclan, sullo sfondo di una Parigi arroventata dall’odio dal terrore; il trasferimento forzato in un Paese straniero costringe a smembrare quelle certezze che facevano da cardine alla nostra vita e ci sfida a ricominciare da capo.

Testi di: Laura Cesareo, Roberta Cirello, Francesca Fattinger, Sarah Pellizzari Rabolini, Gianluca Pomo, Benedetta Premoli, Maria Teresa Trucillo, Melissa Turchi, Albino Zamboni e Sara Rattaro