Libro
Sab, 24 Marzo Mar 2018 1800

Claudio Sessa presenta "Grande Musica Nera - Storia dell'Art Ensemble of Chicago" di Paul Steinbeck, Quodlibet edizioni

Sala Santa Marta, in piazza Santa Marta 1 - Ivrea - nell'ambito della XXXVIII Edizione dell'Open Papyrus Jazz Festival - Info 349 82.82.777

Mondadori Bookstore - Ivrea Freguglia
PIAZZA FREGUGLIA, 13 IVREA PIEMONTE 10015 IT
  • ...Share
ART ENSEMBLE

Raccontare l’Art Ensemble of Chicago significa attraversare buona parte delle esperienze artistiche più innovative del secondo Novecento. Senza mai allontanarsi dalla cultura afroamericana in cui si sono formati (la musica delle chiese nere, quella delle comunità locali, le bande dell’esercito, il jazz di ogni epoca), i suoi membri hanno saputo influenzare l’arte performativa di tutto il pianeta, sintetizzando nel concetto di Grande Musica Nera ciò che la diaspora africana nel mondo ha regalato alla cultura contemporanea. Fin dalla metà degli anni Sessanta, sul palcoscenico i membri dell’Art Ensemble creavano un irresistibile intreccio di esperienze spettacolari, suonando centinaia di strumenti, recitando poesie, dando vita a episodi teatrali, mascherandosi e usando costumi d’ogni provenienza. Emerso dal formidabile calderone espressivo della Chicago nera degli anni Sessanta, il gruppo si è affermato in una Parigi che era stata appena attraversata dai fermenti del Sessantotto e ha poi trionfalmente conquistato il pubblico di tutti i continenti.

In questo volume - di cui Claudio Sessa ha curato l'edizione italiana - Paul Steinbeck esplora nei dettagli la storia dell’Art Ensemble of Chicago: unisce l’analisi musicale alla ricerca storica, proponendo un’approfondita interpretazione del modo di improvvisare del gruppo. Scopriamo così che una gran quantità di modelli d’improvvisazione e di composizione si sposa a quel concetto cooperativo di interazione sociale che ha permesso alla formazione di attraversare con successo i decenni. Nonostante infatti la dolorosa scomparsa di due fondatori, Lester Bowie e Malachi Favors, e il ritiro di Joseph Jarman, il creatore del gruppo Roscoe Mitchell lo guida ancor oggi assieme a Don Moye, caso più unico che raro nella storia della musica. L’avventura dell’Art Ensemble continua.

PAUL STEINBECK: è professore di musica alla Washington University di St. Louis. Dedica le sue ricerche soprattutto all’improvvisazione, agli intermedia e all’Association for the Advancement of Creative Musicians (Aacm). Con il sassofonista Fred Anderson ha scritto Exercises for the Creative Musician, un manuale di improvvisazione. Steinbeck è anche contrabbassista e compositore. Si esibisce con diversi gruppi, tra cui l’ensemble sperimentale Low End Theory, di cui è anima insieme con Mwata Bowden, ex presidente dell’Aacm. Il suo libro sull'Art Ensemble of Chicago é uscito nell' Aprile 2017 col titolo "Message to Our Folks - The Art Ensemble of Chicago" per le edizioni della University of Chicago Press.

CLAUDIO SESSA: critico di jazz per Il Corriere della Sera e docente di Storia del jazz presso il Conservatorio di Trieste, è stato direttore della rivista specializzata Musica Jazz. Ha pubblicato "Gaetano Liguori. Un pianoforte contro" (Selene, 2003); "Il marziano del jazz. Vita e musica di Eric Dolphy" (Vanni, 2006); "Le età del jazz. I contemporanei (Saggiatore 2009);. "Improvviso Singolare. Un secolo di jazz" (Saggiatore 2015).

V. L'INTERO PROGRAMMA DEL FESTIVAL
http://www.music-studio.it/IT/index.php?page=reader&id=109&m=77&g=3

Hashtags: