Libro
Mer, 14 Giugno Giu 2017 1830

Marcello Fanfoni presenta il libro "Nel cuore della città di Joyce" Book Time

L’accesso alla presentazione è libero salvo disponibilità posti in sala. L'evento si terrà al 1° piano del megastore.

Pino Farinotti,critico cinematografico,scrittore e accademico italiano

Mondadori Megastore - Milano San Pietro All'Orto
VIA SAN PIETRO ALL'ORTO, 9/11 MILANO LOMBARDIA 20121 IT
  • ...Share
Menfoni

Nel cuore della città di Joyce è, a un tempo, un percorso attraverso i luoghi del capolavoro joyciano e una guida alla lettura di un opera molto famosa quanto in realtà poco conosciuta, a causa della nomea di illeggibilità che a torto la circonda. Il libro – corredato da numerose fotografie, cartine esplicative e mappe d’epoca – è il viatico ideale per la scoperta di un capolavoro complesso quanto vitale, profondo quanto divertente.
James Augustine Aloysius Joyce nasce il 2 febbraio 1882 nel sobborgo di Rathgar, Dublino, e questo sarà soltanto il primo degli innumerevoli domicili presso cui si troverà ad alloggiare nel corso della sua vita. Il 1904 è l’anno decisivo per Joyce: in Nassau Street incontra Nora Barnacle che diventerà sua compagna per tutta la vita, e che Joyce immortalerà nelle sue opere. L’8 ottobre 1904 Joyce e Nora partono per l’esilio auto-imposto che li terrà lontani dall’Irlanda per la maggior parte della loro vita. E Joyce, nel suo esilio, non solo imparerà «che cos’è il cuore e ciò che sente», ma realizzerà appieno lo scopo che si era prefissato, ovvero quello di «foggiare nella fucina della mia anima la coscienza increata della mia razza»: con Ulysses infatti Joyce forgerà una nuova coscienza per i suoi connazionali, libera dai veleni della religione, del moralismo, del nazionalismo sciovinista. Una coscienza moderna, pacifista, liberale, gioiosa, disinibita, guarita finalmente dalla paralisi, da quella «emiplegia della volontà» che Joyce aveva raccontato in Dubliners, quando aveva svelato al lettore «lo spettacolo del mondo in catene». Di questo mondo in catene, Dublino è il punto di osservazione privilegiato. La metropoli ibernica diviene paradigma, archetipo, teatro dell’intera vicenda umana, e il percorrere la città, accompagnati dai diciotto capitoli di Ulysses, sarà a un tempo un itinerario alla scoperta di Dublino, del cuore umano e di quella esperienza umana, di cui Ulysses è geniale e irripetibile summa.

Hashtags: