Libro
Ven, 19 Maggio Mag 2017 1830

Marcello Introna e Francesco Marocco presentano "Percoco" e "Cronache della discordia" Mondadori

Mondadori Megastore - Milano Marghera
VIA MARGHERA, 28 MILANO LOMBARDIA 20149 IT
  • ...Share

PERCOCO di Marcello Introna
“Il mio nome sarebbe entrato nel linguaggio comune come ‘carta’, ‘pane’, ‘acqua’ evocando terrore e morte. Io sono Franco Percoco e questa è la mia storia.”In una Bari che si sta riprendendo lentamente dopo la Seconda guerra mondiale, la famiglia Percoco vive la sua esistenza borghese e apparentemente irreprensibile. È solo tra le mura di casa, in via Celentano 12, che le apparenze crollano mostrando una realtà molto diversa. Vittorio, il maggiore dei tre figli, è in galera per cleptomania, Giulio, il piccolo di casa, è affetto dalla sindrome di Down e Franco, il protagonista della vicenda, è l’unica persona apparentemente sana della famiglia. Il padre Vincenzo, ispettore delle ferrovie, è un debole rassegnato, la madre Eresvida una casalinga con l’ossessione dell’affermazione sociale che vuole vedere a tutti i costi il figlio professionista laureato. Nel castello fasullo che i Percoco hanno costruito Franco è infatti uno studente universitario modello, l’unico in grado di dare lustro al blasone familiare. La vicenda narrata parte dall’adolescenza del protagonista, fino al terrificante epilogo del 26 maggio 1956, quando Franco appena ventiseienne, uccide la famiglia con un coltello da cucina e tutte le sue inettitudini, compulsioni e paure, irromperanno a devastare la quiete di una comunità intera. Agli albori del boom economico degli anni Cinquanta Franco avrà un ruolo da protagonista: sarà primo stragista familiare italiano del Novecento. Percoco è un romanzo d'esordio molto coinvolgente, potente e cinematografico, scritto con voce personalissima e basato sulla storia vera di Franco Percoco.

CRONACHE DELLA DISCORDIA di Francesco Marocco

Gli abitanti di Paludazzo e Montesole si odiano da sempre. Dimenticati dalla storia con la S maiuscola, abbandonati dalla geografia tra le grinze di un Meridione inaccessibile, avrebbero potuto continuare a covare il loro rancore all’infinito se nei palazzi del potere romano qualcuno non avesse deciso di dare uno scossone alle loro vite. Accorpati nel neonato municipio di Fiumesecco, i due paesi confinanti sono costretti a una forzata coabitazione amministrativa, e a eleggere il primo sindaco unificato. La vigilia del voto è agitata da un atavico terrore che serpeggia identico da entrambe le parti: finire sotto il giogo dell’odiato nemico, governati dal candidato dell’altro campanile. Le elezioni preoccupano anche l’ambizioso e opportunista presidente del consiglio, autore di un’epocale riforma elettorale che dovrà sancire inequivocabilmente vincitori e vinti, rendendo finalmente governabile il paese. Ma il granello di polvere capace di inceppare l’ingranaggio in apparenza infallibile uscirà proprio dalle urne di Fiumesecco, portando i riflettori della nazione intera ad accendersi sulle vite, i sogni e le disillusioni dei suoi abitanti. E se nessuno “osi unire ciò che Dio ha diviso”, come dice il parroco di Paludazzo, solo l’amore testardo e inarrestabile porterà un vento nuovo in quei luoghi.

Cover Percoco
Cover Cronache Della Discordia

Hashtags: