Barbaglia
Libro
Mer, 19 Aprile Apr 2017 1830

#FuoriTempo: conversazioni d'autore a cura di Alessandro Barbaglia con Paola Calvetti, Fabiana Giacomotti, i B. Livers e Marco Weiss

Dialoghi tra gli autori e il pubblico in occasione di Fuori Tempo di Libri

Mondadori Megastore - Milano Duomo
PIAZZA DUOMO 1 MILANO LOMBARDIA 20121 IT
  • ...Share
Download

Paola Calvetti e "Gli innocenti" (Mondadori)

Jacopo e Dasha, due voci smarrite sullo spartito della vita, sono in scena per il Doppio concerto per violino e violoncello di Brahms che, pagina dopo pagina, è l'occasione per rivivere - in un serrato e immaginifico dialogo - i passi della loro storia d'amore. Dopo una lunga assenza, Jacopo torna a Firenze, all'Istituto degli Innocenti, il luogo eletto che lo ha accolto quando venne abbandonato da una madre rimasta nell'ombra, la cui identità è diventata negli anni la sua claustrofobica ossessione. «Come posso scoprire la mia storia se non so da dove vengo?» si chiede. Adottato da una famiglia troppo fragile e gravato di aspettative insostenibili, Jacopo è stato privato della spensieratezza dell'infanzia. A salvarlo è stato un piccolo violino, l'àncora alla quale assicurare i desideri e i sogni. Perché, se la felicità è un talento, Jacopo riesce ad avvicinarla solo stringendo fra le braccia lo strumento.
Ma non sempre l'amore salva. Non se nell'amore pulsano, insistenti, vecchie ferite. Nel corso dell'esecuzione del Doppio di Brahms accadrà qualcosa di totalmente imprevisto. La musica si fa eco dell'amore e di una sconvolgente rivelazione, cui non può seguire altro se non un silenzio colmo di incanto, lo stesso che resta nel cuore del lettore.

Giacomotti

Fabiana Giacomotti e "La moda è un mestiere da duri" (Rizzoli)

Agender, milf, peacocks, shopping online, blogger power. Ma anche sfilate, tic televisivi e guerre di potere dietro le grandi mostre e gli eventi più esclusivi. Il lessico che si rinnova e le battaglie di sempre. Dalla grande crisi del 2008 a oggi, la società del lusso mondiale raccontata da una delle firme più acute e polemiche del costume e della moda italiana. Studi di caratteri, incursioni fra arte e moda, osservazioni e analisi scritti in uno stile trasversale, al tempo stesso colto e leggero, ironico e puntuale, che è diventato a sua volta un marchio. La raccolta - una selezione dei più illuminati contributi per il quotidiano "Il Foglio" - è anticipata da un saggio inedito sui nuovi linguaggi della moda.

Marco Weiss e "I calabroni" (Frassinelli)

Questa storia inizia il giorno della caduta del Muro di Berlino. I manager dell’economia tedesca, in particolare quelli di una grande multinazionale della chimica, capiscono immediatamente che da quel momento nulla sarebbe più stato come prima; che i capitali avrebbero iniziato a circolare liberamente, che l’economia e la finanza non sarebbero state più le stesse, così come sarebbero cambiate per sempre le regole di gestione delle loro aziende. Per sopravvivere bisognava crescere, e per crescere bisognava comprare. Il romanzo racconta questa vicenda imprenditoriale e finanziaria, che rapidamente si allarga in Italia, dove si trovano molte imprese appetibili. Sulla scena, una serie di personaggi indimenticabili: dal dottor Hettche, burbero top manager tedesco prossimo alla pensione, fino al raffinato e melanconico italo-svizzero Nikolaus Bernoulli, titolare di un’azienda milanese di fine chemicals, passando per il Punta, il brianzolo Ivan Puntatore, proprietario di un network distributivo di prodotti chimici; e ancora molti altri uomini e donne con i loro problemi professionali e soprattutto con le loro vicende umane: le lotte intestine, gli amori, le carriere, le preoccupazioni familiari, le meschinità, le vendette.

WEISS Icalabroni

Blivers La Compagnia Del Bullone

I B. Livers e "La compagnia del bullone" (Sperling & Kupfer)

I B.Livers sono ragazzi che hanno combattuto o combattono malattie gravi. All’inizio il nemico era il cancro, poi hanno accolto amici con l’HIV, altre malattie rare e qualunque patologia renda le corsie d’ospedale un luogo troppo famigliare. Ma B.Livers sono anche tutti coloro che li aiutano a ritrovare grinta e motivazione, a cominciare da Bill Niada, che ha dato vita al progetto B.LIVE di cui i ragazzi fanno parte. Insieme hanno avviato molte iniziative che gli insegnano il mestiere della vita e l’arte del fare: collaborazioni con importanti brand di moda e bellezza, visite in azienda, incontri con personalità del mondo dello sport, della cultura, della medicina, e hanno creato un giornale, Il Bullone, in cui i ragazzi affrontano temi importanti, come ambiente, cibo, salute, economia, etc. nell’ottica di sensibilizzare giovani e adulti sulla responsabilità di lavorare insieme, riguardo alle reali necessità della società, per costruire un mondo migliore.
Il mondo di B.LIVE è cresciuto nelle attenzioni e negli interessi di tanti, verso i ragazzi che crescono con lui e verso le avventure che si generano.

Hashtags: