Image1
Arte
Mar, 11 Aprile Apr 2017 1830 Dom, 30 Aprile Apr 2017 0000

Alessandra Lanese espone la mostra "I non luoghi, memorie future"

Inaugurazione martedì 11 aprile alle ore 18,30 presso lo Spazio eventi al 3° piano del Mondadori Megastore di Piazza Duomo, 1 - Milano.
Opere in mostra e in vendita nello Spazio eventi di Piazza Duomo, da martedì 11 aprile a domenica 30 aprile

Presentazione a cura di Giorgio Grasso

Mondadori Megastore - MI Duomo
PIAZZA DUOMO 1 MILANO LOMBARDIA 20121 IT
  • ...Share

Alessandra Lanese debutta con la fotografia, che le trasmette il senso del rispetto e del pudore verso l’immagine da catturare. A questo inizio segue una nuova attenzione sulla “visione attraverso”: analisi dei rapporti che intercorrono tra visione e multimedialità, e sul “divenire delle cose”. Passa alla pittura, che reinterpreta con tecniche personalissime: dopo aver tracciato le immagini, sente la necessità di negarne la presenza per affermarne la transitorietà: gratta via forme e colori che, violentati dalla spatola, o anche dalle sue stesse mani, acquistano una magica efficacia.
In questa mostra, composta per lo più da architetture urbane, come metafora del luogo, l'opera principale è il frutto di una performance, paradigma della poetica dell'autrice: un Duomo di Milano, di cm. 200x200, tagliato in 64 pezzi, così da formare tessere di cm.25x25: queste verranno incollate su base di legno, dando la possibilità di una "ricomposizione futura ". L'opera è dunque una installazione, 64 tessere una sull'altra dentro un parallelepipedo trasparente, un autentico oggetto d'arte e design.

Nata a Messina nel 1969, frequenta all'inizio della sua carriera il mondo della fotografia, dove conosce con Gianni Berengo Gardin che ne apprezza la grammatica e la poetica. A Brescia, negli spazi del Museo Ken Damy, viene invitata a partecipare alla mostra “Autoritratti al femminile”.
Nel 1996 si aggiudica il primo riconoscimento di "portfolio in piazza "a cura di Lanfranco Colombo che le consente di esporre in varie gallerie. In quest’occasione incontra Mario Cresci che la invita a rappresentare l'Italia alla manifestazione “Rencontres d’Arles”. Nel 1998 comincia a insegnare fotografia e nel 2000 accetta l’incarico di Direttrice Didattica dell'Accademia di Messina.Dal 2006 il suo interesse si sposta verso la pittura, non prima di aver partecipato alla Biennale Internazionale di fotografia a Brescia.

Uiohl

Hashtags: